FARE SHOPPING E’ UN'EMOZIONE SERIA

Condivido con voi l'obiettivo di ogni nostra missione in tempi di saldi: cercare capi che non ti stancheranno mai, di qualità, normalmente costosi, disponibili (trovandoli) a prezzi più accessibili o comunque più bassi del solito. Per una scelta che possa appagare intimamente, per un piacere personale concreto, per fare la nostra parte.

Ecco 5 spunti in pieno spirito Le Pezze.

1.
LEGGERE LE ETICHETTE E POI FARSI DELLE DOMANDE.
Spulciare l’etichetta è da fare sempre. Per conferma o per rinuncia.
Lo potrò lavare insieme al resto dei miei vestiti? Bisogna fare attenzione ai capi che stingono!
Resterà bello per sempre? I tessuti di qualità più li lavi e più diventato belli.
Ipotizzando un prezzo molto molto basso chiediamoci: ma com’è possibile?
Alziamo quindi il nostro senso critico e lasciamo spazio al potere dei sensi. Profuma di sano?
Sfregandolo sulla guancia ti senti coccolata o irritata?
Mi valorizzerà e sosterrà nei momenti difficili? Traspirazione / sudore?
Ma soprattutto, mi è chiaro quello che sto comprando?

2.
COMPRARE POCO
Un capo solo (ipotizzo: maglione ancora costoso già scontato della metà, a 6 o 12 fili di cachemire morbidissimo e caldissimo magari blu navy a coste da abbinare alla pezza che vedi QUI) e non comprare più niente per mesi?
Magari un maglione che potrai tramandare? Che possa diventare un veicolo di emozioni?

E ad un tratto il ricordo m’è apparso. Quel sapore era quello del pezzetto di «maddalena» che la domenica mattina a Combray, quando andavo a salutarla nella sua camera, la zia Léonie mi offriva dopo averlo bagnato nel suo infuso di tè o di tiglio

Dalla parte di Swann


3.
EVITARE I CAPI MODA LOW COST
E’ possibile, non certo, che il capo imitato dai grandi magazzini possa essere disponibile originale, durevole, pieno della sua storia, di qualità, in un outlet ufficiale o in un negozio multi brand super scontato. Magari perché rimasto in taglia unica. Magari non da subito, magari dalla stagione dopo. E magari aspettava proprio te.

5.
PREFERIRE LE AZIENDE CHE COMUNICANO CON TRASPARENZA E CHIAREZZA COME DOVE E QUANDO E CHE RISPONDONO ALLE MAIL DEI CONSUMATORI
La sensazione è che quello che viene comunicato ufficialmente dalle aziende che si appoggiano ai fabbricanti di abiti all'estero in termini di temi ambientali e sociali non sia tutto quello che c’è da sapere. I progetti caspule ben raccontati lasciano sempre il sapore di piccole toppe in filiere compromesse. Nei report dei colossi low cost vengono spesso condivisi risultati virtuosi ma non possono che restare le perplessità, soprattutto quando il pensiero è rivolto a paesi come il Bangladesh o del Sud Est Asiatico, dove i diritti umani non sempre vengono rispettati.

V.



APPROFONDIMENTI

ASIA FLOOR WAGE, AFTER RANA PLAZA , Organizzazione Internazionale del Lavoro (OIL), Agenzia europea per la Salute e la Sicurezza sul lavoro (OSHA)

Only the brave foundation
Gruppo Kering
Programma Life
Fondazione Zegna
Brunello Cucinelli
Solomeo

 

January 02, 2019 by Vania Saponaro
previous