FARE SHOPPING E’ UN'EMOZIONE SERIA

Condivido con voi l'obiettivo di ogni nostra missione in tempi di saldi: cercare capi che non ti stancheranno mai, di qualità, normalmente costosi, disponibili (trovandoli) a prezzi più accessibili o comunque più bassi del solito. Per una scelta che possa appagare intimamente, per un piacere personale concreto, per fare la nostra parte.

Ecco 5 spunti in pieno spirito Le Pezze.

1.
LEGGERE LE ETICHETTE E POI FARSI DELLE DOMANDE.
Spulciare l’etichetta è da fare sempre. Per conferma o per rinuncia.
Lo potrò lavare insieme al resto dei miei vestiti? Bisogna fare attenzione ai capi che stingono!
Resterà bello per sempre? I tessuti di qualità più li lavi e più diventato belli.
Ipotizzando un prezzo molto molto basso chiediamoci: ma com’è possibile?
Alziamo quindi il nostro senso critico e lasciamo spazio al potere dei sensi. Profuma di sano?
Sfregandolo sulla guancia ti senti coccolata o irritata?
Mi valorizzerà e sosterrà nei momenti difficili? Traspirazione / sudore?
Ma soprattutto, mi è chiaro quello che sto comprando?

2.
COMPRARE POCO
Un capo solo (ipotizzo: maglione ancora costoso già scontato della metà, a 6 o 12 fili di cachemire morbidissimo e caldissimo magari blu navy a coste da abbinare alla pezza che vedi QUI) e non comprare più niente per mesi?
Magari un maglione che potrai tramandare? Che possa diventare un veicolo di emozioni?

E ad un tratto il ricordo m’è apparso. Quel sapore era quello del pezzetto di «maddalena» che la domenica mattina a Combray, quando andavo a salutarla nella sua camera, la zia Léonie mi offriva dopo averlo bagnato nel suo infuso di tè o di tiglio

Dalla parte di Swann


3.
EVITARE I CAPI MODA LOW COST
E’ possibile, non certo, che il capo imitato dai grandi magazzini possa essere disponibile originale, durevole, pieno della sua storia, di qualità, in un outlet ufficiale o in un negozio multi brand super scontato. Magari perché rimasto in taglia unica. Magari non da subito, magari dalla stagione dopo. E magari aspettava proprio te.

5.
PREFERIRE LE AZIENDE CHE COMUNICANO CON TRASPARENZA E CHIAREZZA COME DOVE E QUANDO E CHE RISPONDONO ALLE MAIL DEI CONSUMATORI
La sensazione è che quello che viene comunicato ufficialmente dalle aziende che si appoggiano ai fabbricanti di abiti all'estero in termini di temi ambientali e sociali non sia tutto quello che c’è da sapere. I progetti caspule ben raccontati lasciano sempre il sapore di piccole toppe in filiere compromesse. Nei report dei colossi low cost vengono spesso condivisi risultati virtuosi ma non possono che restare le perplessità, soprattutto quando il pensiero è rivolto a paesi come il Bangladesh o del Sud Est Asiatico, dove i diritti umani non sempre vengono rispettati.

V.



APPROFONDIMENTI

ASIA FLOOR WAGE, AFTER RANA PLAZA , Organizzazione Internazionale del Lavoro (OIL), Agenzia europea per la Salute e la Sicurezza sul lavoro (OSHA)

Only the brave foundation
Gruppo Kering
Programma Life
Fondazione Zegna
Brunello Cucinelli
Solomeo

 

January 02, 2019 by Vania Saponaro

Una Pezza per Intensamente Coccolati Onlus

Sei arrivato una sera di Maggio, senza preavviso, perché i grandi amori non si preannunciano
Da Il Libro dei Guerrieri, Intensamente Coccolati Onlus

Quando la cicogna arriva troppo presto, nessuna madre e nessun padre sono preparati ad affrontare quello che succederà in terapia intensiva. Niente di tutto questo era stato previsto e nulla si svolgerà come per mesi si era immaginato.

Quando un bambino arriva prima del previsto, chi sa esattamente cosa fare sono i medici, gli infermieri e i professionisti, angeli custodi che sosterranno i bambini prematuri all’interno delle patologie o terapie intensive neonatali affiancandoli in tutto il loro percorso di crescita.

Proprio per non fare sentire soli le mamme e i papà e alleggerirli per quanto più possibile dalle preoccupazioni, per dare loro supporto nei momenti di paura e di profonda incertezza, per affiancarli e sostenerli è nata INTENSAMENTE COCCOLATI onlus.

Roberta Bianchi ha accudito più di 25.000 bambini nel suo percorso professionale di cui 2000 circa con patologie (nati con parto a termine o con parto prematuro). Proprio per fare ancora di più, forti di un’amicizia nata con alcuni genitori e colleghi, Roberta insieme ad una collega e ad una mamma fonda l’Associazione Intensamente Coccolati onlus, per supportare i genitori nella degenza e nel loro cammino.

L’associazione è nata con lo scopo di aiutare e sostenere le famiglie moralmente e organizzativamente, condividendo con loro dubbi e paure durante la degenza. Dopo la dimissione sostenere e promuovere nuove iniziative del reparto di patologia neonatale e incentivare la ricerca di nuove metodiche assistenziali e cure sempre migliori per i piccoli pazienti.

Da qui l’esigenza di un luogo dove professionisti esperti potessero prendersi carico dei bambini prematuri. In particolare uno psicologo e un counselor per uno spazio di ascolto alle famiglie, accogliendo il bisogno di ogni genitore di metabolizzare il difficile percorso della TIN. Un fisioterapista e un osteopata per sostenere i bimbi nel loro sviluppo motorio e posturale secondo le specifiche necessità, coordinandosi con il professionista che ha seguito il percorso clinico durante il ricovero. Un’infermiera esperta in allattamento per accompagnare la famiglia verso una alimentazione fisiologica e quando possibile riportarla al seno, monitorando la crescita e supportando la nuova vita fuori dalla TIN.
Nasce così la Casa di Intensamente Coccolati che permette a molte famiglie di avere un nuovo inizio a casa in piena sicurezza e serenità, dando uno spazio temporale sicuro che consente alle famiglie dei bimbi con maggiori problemi di potersi organizzare con i servizi territoriali che se ne dovranno prendere cura da lì a tendere.

Quello che succede ai genitori è al di là di ogni immaginazione. In numerosi casi non c’è contatto fisico con i propri bambini nati prematuramente, costretti a guardarli per settimane o addirittura mesi attraverso un oblò di vetro.
Cercando di favorire un contatto attraverso gli odori tra genitore e bambino, ho pensato di rivedere il nostro tradizionale foulard Le Pezze. Le Pezze nascono infatti nel 2010 come un'idea rivolta alle mamme ed ai loro bambini. La madre, indossando la Pezza durante la gravidanza, le avrebbe trasmesso il proprio profumo, il proprio desiderio di protezione nei confronti del figlio, rendendola l'oggetto che avrebbe accompagnato il bimbo lungo ogni fase della propria vita, dalla nascita in avanti inizialmente come copertina.

 

lenzuolino foulard prematuro intensamente coccolati
.
Per i bimbi prematuri La Pezza si chiamerà Pezzapiuma, diventerà un po’ più piccola (85 cm x 85 cm) ma non così piccola perché “nascere prima non significa restare piccoli per sempre”. La mamma o il papà potranno piegarla a triangolo e indossarla come foulard, trasferendogli giorno dopo giorno il proprio odore.
La Pezzapiuma sarà orlata per due lati consecutivi da un delicatissimo punto in cotone, per agevolare le infermiere nel momento in cui dovranno differenziarla dal lenzuolino della culla. Ovviamente, visto il rischio di infezioni, l’utilizzo verrà sempre supervisionato dalle infermiere e saranno proprio loro che diranno al genitore quando si potrà inserire la Pezzapiuma nella culla. In attesa che questo momento arrivi le mamme e i papà nell’utilizzarlo dovranno avere sempre la pelle pulita e libera da profumazioni, se non la propria naturale della pelle.

La Pezzapiuma è nata dopo un’inaspettata e meravigliosa conversazione con Roberta Bianchi di Intensamente Coccolati Onlus. E’ pensata per i bambini prematuri e per i loro genitori, ma certamente è adatta a tutti.
Ci fa piacere con questo piccolissimo progetto poter sostenere a nostro modo la Casa di Intensamente Coccolati, infatti per ogni Pezzapiuma venduta faremo un versamento di 5 euro all’associazione Intensamente Coccolati Onlus, segnando nella causale il nome e cognome di chi ha acquistato l’accessorio.
Sabato 17 Novembre dalle 10 alle 12 in occasione della Giornata Mondiale della Prematurità sarà possibile conoscere tutti i protagonisti de La Casa degli Intensamente Coccolati presso il centro per la gravidanza e materinità LIVING SUAVINEX MILANO in via solari 11, Milano.
E ci saremo anche noi!
.
Giornata Mondiale della Preamturità
November 11, 2018 by Vania Saponaro

Spring Factory, 6 buoni motivi per esserci!

Sabato 27 maggio, dalle 10 alle 18.30 sarò allo Spring Market di Mumadvisor, organizzato nella bellissima Villa De Ponti sul Naviglio della Martesana a Milano. 

evento mumadvisor a milano presso villa de ponti

Ecco 6 buonissimi motivi per cui non vale non esserci!

1. Ci sarò io, timida e impavida. Nel senso che il desiderio di conoscere dal vivo le clienti che normalmente servo online mi darà i super poteri per non arrossire troppo!  A darmi i super poteri anche la voglia di passare del tempo con le amiche di Mumadvisor, il portale con cui collaboro sin da quando è arrivato in rete con tutta la sua energia positiva! Sarà l'occasione per incontrare persone che magari seguiamo sui social e parlare vis-à-vis, pelle a pelle! Staremo insieme davvero :-)))) 

LePezze lovers, milanesi e non, che non siete via per il weekend non avete scuse!!!

sciarpe foulard zainetti le pezze, market

2. Ci saranno tante cose belle da fare. Laboratori per bambini, per le mamme, realtà da scoprire. I lab saranno gratuiti ma su prenotazione (trovate tutte le info qui). Cosa si potrà fare? Una caccia al tesoro e laboratori immersi nella natura del parco secolare della Villa (Atelier Sottosopra), corsi per little chef in lingua (Kids&Us), giochi per mangiare sano yogando (Verdemangiare), coroncine di fiori (Domitilla Baldeschi), un mini corso sullo svezzamento (Mamma M'Ama) e attività a cura di Tennis Valla e Virgin Active.

3. Non mancherà la merenda! Super gustosa e a cura di partner che ci faranno riaffiorare i ricordi e i sapori dell'infanzia. Ad occuparsi di questo importantissimo momento Fattoria Scaldasole, Pastiglie Leone e Just Kidding

Veranda Villa De Ponti, Martesana, Milano

4. Oltre alle sciarpe, foulard e zainetti Le Pezze una selezione di brand super sfiziosi e di gran gusto. Sono Camillatelier, Maison Léon, Roberta Bijoux, Elena e Silvia, Cinzia_Milano, Lamartadress e un Amanita point!

5. Le Petit Rabbit ha curato tutta l'immagine grafica dell'evento per Mumadvisor sotto la direzione artistica di Ilaria Corticelli. Ilaria Corticelli  sarà presente anche con  le mini sessioni fotografiche (a pagamento) dedicate alle Foto di Primavera. Un set fotografico allestito all'aperto a tema fiabe e primavera Posti limitati, su prenotazione qui info@ilariacorticelli.com | +393935261557

6. In ultimo e a chiusura di tutte le cose belle che vi ho raccontato e che ha organizzato con cura maniacale la super Silvia Esposito (la mamma di Mumadvisor), sarà l'occasione unica di rivivere una giornata con i ritmi di una volta, un salto nel passato riscoprendo una tra le più antiche residenze lungo il naviglio Martesana, la Villa de Ponti. Chiacchiere, attività per bambini, merenda e shopping all'ombra del parco secolare della Villa, patrimonio prezioso per la memoria del vivaismo storico lombardo.

E poi lo dice anche Vogue ;-)

Villa De Ponti, Martesana, Milano Evento Mumadvisor

Quindi liberativi da tutti gli impegni presi e passate una giornata con il team di Mumadvisor! Vi aspettiamo!!!

La Festa avrà luogo nel suggestivo giardino
di Villa De Ponti Martesana a Milano
in Via San Mamete 42 dalle 10 alle 18.30

May 25, 2017 by Vania Saponaro

Che cosa c'è dietro ad un nostro capo?

Roberta Aguzzi (Teo Boutique, Milano) ed io ci siamo conosciute 10 anni fa, entrambe appassionate di tessuti, fili e disegni, entrambe con un background familiare importante, la vecchia guardia dell'imprenditoria, quella che si è ormai tristemente estinta se non per importanti ed eccezionali eccellenze. A distanza di dieci anni ci ritroviamo oggi a tirare le somme, giocoliere ed equilibriste, concentrate, sempre alla ricerca di mani capaci per confezionare capi e accessori realizzati come una volta, mettendo in campo ingredienti come il tempo, la qualità, la cura e il rispetto. Inconsapevolmente proiettate verso una missione, quella di riportare qui, nel nostro ambiente lavorativo, il passato. Non si può tornare indietro, le cose sono cambiate, il mondo è cambiato, tutto è a portata di mano, la quantità vince sulla qualità. Nonostante questo noi andiamo avanti per la nostra strada, che non è sempre chiara a tutti. Ecco perché la voglia di scrivere questo post. Vogliamo fare capire che cosa stiamo dando attraverso il nostro lavoro e cosa c'è dietro alle nostre scelte. C'è la voglia di tramandare delle tradizioni, il piacere di indossare tessuti indubbiamente costosi ma ai quali potersi affezionare e che diventano ad ogni lavaggio sempre più belli e sempre più tuoi. E i tessuti belli non possono essere cuciti da macchine e tagliati da presse, devono essere presi in mano e accuditi. Non entreremo nel merito delle produzioni estere, del perché un capo costi poco, dei tessuti che odorano ancora di petrolio, di cesti di maglie tutte identiche che pagano l'occhio ma che non meritano di abbracciare il vostro corpo unico e prezioso. Il bello di questa epoca è che si può ancora scegliere, e non saremo noi a giudicare l'abbigliamento low cost. Solo una cosa però, non perdiamo di vista il dietro le quinte, la diffidenza che può accompagnare la valutazione di un prezzo importante deve essere la stessa che entra in campo nel giudicare un prezzo troppo basso. Il nostro dietro le quinte, se vi incuriosisse, è assolutamente a vostra disposizione, è fatto di donne che lavorano spesso da casa perché le aziende dove confezionavano capi eccezionali hanno spostato la produzione all'estero, è fatto di materie prime scelte tra aziende che ci aprono le porte a campionature fuori produzione proponendoci tessuti che altrimenti non avrebbero nuova vita, è fatta di una comunicazione semplice e un pack essenziale che non grava sul costo finale del capo confezionato. Raccontare il nostro mondo lavorativo ponendo l'attenzione su scelte istintive non ci piace tantissimo, ma pensiamo sia arrivato il momento di aprirci ad una riflessione perché, rubando le parole al grande Escher "Il mio lavoro è un gioco. Un gioco molto serio." 

Escher, allestimento mostra di Milano, Agosto 2017 "Il mio lavoro è un gioco. Un gioco serio"

Vi va di conoscerci meglio?

Io e Roberta, insieme a Federica di BAGBAGGY saremo a vostra disposizione con le nostre collezioni per chiacchiere e confronti e suggerimenti sabato 6 maggio dalle 10 alle 18 da Teo Boutique in Corso Concordia 9 a Milano.

 

Evento Le Pezze da Teo Boutique, Milano

 

April 27, 2017 by Vania Saponaro

Non ho mai sopportato l'8 Marzo ma questa volta sarà diverso

L'8 Marzo non mi è mai piaciuto, ma mi piacciono le donne quando si supportano l'un l'altra. Amo la complicità femminile e quello spiccato senso dell'organizzazione che scatta automaticamente quando si intuisce che qualcosa non va. Ci si aiuta istintivamente, senza preavviso. Ci accompagniamo alle visite importanti, recuperiamo l'una i figli dell'altra se siamo in ritardo, organizziamo cene per festeggiare un successo ma anche un insuccesso. E tutto questo non solo tra amiche, ma con qualunque donna sentiamo avere bisogno di una mano.

Ecco, io credo sia proprio questa complicità a rendere una donna bella. La complicità è donna e dona luminosità. E' un lifter naturale, più potente di qualsiasi crema di bellezza!

Questo mese di Marzo sarà per Le Pezze a support di Pink is Good, un progetto dell'associazione Umberto Veronesi a promozione della prevenzione e sostegno concreto alla Ricerca, allo studio e alla cura del tumore al seno. Come? Per ogni accessorio Le Pezze venduto dalla boutique online nel mese di Marzo faremo una donazione di 5,00 euro (per averne riscontro riceverete copia del bonifico inoltrato a Pink Is Good che indicherà come causale proprio il vostro nome). 

E credo che da quest'anno l'8 Marzo mi piacerà un po' di più.

(...qui sotto la nostra super sarta ed io in laboratorio!)

March 06, 2017 by Vania Saponaro

Gift card Le Pezze

Le Pezze sono romantiche, morbide e sfiziose.

Ti avvolgono e ti proteggono, regalandoti la sensazione di avere sempre vicino la persona che ami.

Così, su gentile richiesta di un amico lontano alla disperata ricerca di un regalo per San Valentino, ho reso disponibile l'acquisto delle gift card Le Pezze. Da oggi sarà possibile donare alla persona che si vuole bene un'esperienza di acquisto sul sito. A lei resterà il solo compito di scegliere tra le tante referenza disponibili quella che più gradisce e di indossarla con amore una volta ricevuta.

Acquistando la GIFT CARD riceverai una mail contenente il codice utile per poter procedere all'acquisto. Il codice sarà inserito in una card virtuale che sarà da consegnare alla persona destinataria del regalo.

In più, se in fase d'acquisto nel campo dedicato alle note vorrai inserire un messaggio, lo scriveremo per te inserendolo nel dono prima di spedirlo alla persona del tuo cuore!

Trovi la GIFT CARD LE PEZZE qui

 

February 12, 2017 by Vania Saponaro
Tags: Gift Card

Perché Sanremo è Sanremo!

Perché Sanremo è Sanremo non è mai stato così vero.

Ammetto un primo approccio distaccato, con annessa dichiarazione di snobberia a prescindere ma poi alla fine è arrivato il giorno e lo abbiamo guardato perché è così comfort zone che dopo una settimana complicata come questa ci è apparso all'orizzonte manco fosse la Madonna di Medjugorje!!! Così grazie agli occhi buoni dei tuoi coinquilini scopri che ci sono persone che veramente ci credono e che stanno per vedere realizzato un sogno e che sono giovanissimi e quindi ora, purificata dalla visione adulta delle polemiche, ci sono dentro completamente con aggiunta di un pezzettino di cuore. Sono mamma di una teen e di una quasi teen, loro sono le mie coinquiline, e qui ci si emoziona per il gioco di squadra, per le amicizie, per le storie che parlano anche a loro. Ci si emoziona quando il tono di voce cambia e tu non lo percepisci ma capisci che è una modalità che ha attirato la loro attenzione in un momento in cui non ci riesce quasi più nessuno. E scopri che questi personaggi che per noi sono sconosciuti sono i loro idoli da anni... si anni!!!  Che le canzoni che noi comuni mortali sentiamo in radio oggi per loro erano già hit 9 mesi fa. E allora realizzi che sono ancora più preziosi (non parlo da mamma ovviamente ma da super fan della teenageritudine in generale!!!). Questa generazione non è così ombrosa e gretta come i bigotti senza colore e poesia vogliono fare credere, è una generazione amorevole, che non si vergogna delle proprie fragilità, che non si fa strumentalizzare tirando fuori la forza al momento opportuno, una generazione che nonostante abbia sotto il naso una miriade di adulti disfattisti continua a trovare il bello seppur avvolti da un sottofondo mediatico che lascia il brusio di una lagna che ripete in continuazione che per loro non ci sarà niente. Una generazione che non si fa comandare! Seguono chi amano già da prima del successo popolare... non seguono l'onda ma la creano! E quando poi i loro idoli hanno successo planetario, il successo diventa anche il loro perché in queste persone ci hanno creduto prima di tutti.

Quindi per noi questo Sanremo è il Sanremo che deve dare spazio ai giovani, gustando la maestria dei grandi. Noi family Le Pezze abbiamo amato Fiorella Mannoia e Paola Turci ma ci schieriamo e facciamo il tifo per questi due tipetti qui:

  1. Michele Bravi
  2. Lodovica Comello
Ed è subito hashtag moment! #DiariodegliErrori #IlcieloNonMiBasta
February 10, 2017 by Vania Saponaro

C'era una volta la mia prima Pezza...

"Perché un bambino piange quando la mamma si allontana? Perché per lui è sparita! Quando la figura più importante della propria esistenza si allontana, il bambino è disperato perché pensa che non tornerà più."
Lo spiega l'Ostetrica Sara Notarantonio sulla sua pagina e leggendo le sue parole penso a come sono nate Le Pezze. L'intenzione originale, quella con cui il tutto è nato, era proprio quella di un foulard per la mamma in dolce attesa, da utilizzare in gravidanza così da trasferirgli il profumo della propria pelle. Il foulard poi sarebbe diventato la prima copertina del bebé, quella da utilizzare ogni giorno, un po' la mamma e un po' il piccolo, permettendo così al bimbo di lasciarsi andare tra le pieghe del tessuto, rassicurato dal profumo della sua mamma.
E poi? E poi succederà che il bimbo andrà all'asilo e sarà la mamma ad avere bisogno della Pezza, e avere il profumo del suo piccolo sempre cos sé.

Ecco. E' nata un po' così la faccenda, ormai 6 anni fa. Un desiderio di accudimento e condivisione racchiuso in un accessorio, da condividere con chi si vuole bene.

January 10, 2017 by Vania Saponaro

Perché amare le Gilmore

Se Le Pezze fossero un serie
sarebbe Una Mamma Per Amica.
Ecco perché.
Perché è tutto lento e non è mai un problema
Non ci sono fighezze ma tradizioni
C’è senso di comunità e sono tutti fieri di farne parte
Racconta di cose fatte solo per il piacere di fare e il resto viene poi
Perché è tutto super possibile e le sorprese riescono benissimo
Non si disdegna un drink in qualsiasi ora del giorno e nessuno è alcolizzato
Si discute urlando e finisce sempre bene
Ci sono ben 5 principi azzurri
Perché in Omnia Paratus e la brigata della vita e della morte è la meraviglia
Perché se sei logorroica ti senti a casa
Perché Miss Patty ti fa tornare la voglia di iscriverti a danza
e Sookie di riorganizzare la cucina
Perché è rassicurante come il caffè americano!
Ps.: al centro Le Pezze, perché so piacerebbero tantissimo a Stars Hollow, soprattutto a Kirk!
 
 
November 30, 2016 by Vania Saponaro

Serve riposo ...e allenamento!

Per 4 giorni sono stata ospite di MSC Crociere circondata da mare, cielo azzurro, albe e tramonti, sorrisi, coccole, fierezza e qualità. Com'è andata? Ecco la mia esperienza di crociera in 7 punti!

E’ come avere il teletrasporto: ti addormenti e al risveglio sei sempre in un luogo diverso che puoi scegliere di visitare approfittando dell'offerta del programma di escursioni proposte da MSC o vivere in totale autonomia. Ecco, a proposito di escursioni. Sì, indubbiamente fa molto figo muoversi da soli e sentirsi cittadini del mondo, ma se non conosci la città e hai poco tempo, perché non lasciarsi guidare e spegnere l'interruttore? Non pensavo, ma voto sì alle escursioni!

In piena natura. Scenari e punti di vista senza limiti e confini: albe e tramonti, cielo e mare, colori  e atmosfere che non mancheranno di emozionare in qualsiasi ora del giorno per un'endovena di blu e azzurro che non basta mai!

Quel retrò chic che rassicura: le buone maniere e le premure sono una piccola certezza. La magia che si vive ogni giorno a bordo è proprio quella di trovare cortesia da parte di tutto l’intero equipaggio senza eccezione alcuna. Sempre.

Si mangia bene, varietà, qualità e stagionalità sono dei must. Dimenticate i buffet alla Fantozzi perché è tutto super. E per chi non ama il buffet, ci sono i ristoranti.

SPA, SPA, SPA…perché un bel massaggio ci sta sempre! Sei in vacanza, hai appena visitato una città meravigliosa, perché non approfittare di un’autentica SPA balinese per raccogliere le emozioni della giornata e concedersi un trattamento super prima di ape / cena / casinò / discoteca / chiacchiere post  disco? Serve riposo.

Persona che sei, crociera che fai. ll dilemma è stato: personalizzarla a tutto fitness o viverla da super viziatissima?  Mi sarei quindi concessa la versione dolce far niente prediligendo le coccole dello Yacht Club. Un piccolo mondo a sé con locali dedicati per una tranquillità totale, suite esclusive e cucina gourmet... e si, c'era anche il maggiordomo :-))))

Ultimo ma forse il più importante di tutti i punti: come la mettiamo con la questione ambientale? MSC è gente di mare che ama il mare, lo rispetta e lo tutela per questo sicurezza e protezione ambientale sono ai massimi livelli. Sono numerosi i riconoscimenti già ricevuti. MSC Fantasia è stata la prima nave a ricevere il Six Golden Pearls, riconoscimento internazionale assegnato dalla Bureau Veritas, che certifica il rispetto dei più alti standard in ottica di salvaguardia ambientale (ISO 14001). Include anche la nota di merito Cleanship 2 AWT per l’impegno nei settori aria, acqua e rifiuti, Clean-Sea2 e Clean-air, per l’impegno contro le emissioni delle navi. Ancora, Green Planet Award, istituito nel 2000 per gli alberghi a impatto zero e il Cial Award Comuni ricicloni 2008

E adesso 3 suggerimenti by Le Pezze!

Nel marasma di tutte le confuse proposte, come scegliere la crociera più adatta a te? Quale nave e quale sistemazione? Esistono i cruise planner! Per conoscere il mio preferito e farvi consigliare al meglio, scrivetemi qui vania@moineeversetti.it  

Indispensabili 1: portare sempre con sé Le Pezze! Utilissime per gli sbalzi di temperatura.

Indispensabili 2: lo zainetto in felpa Le Pezze, per andare alla SPA, per le escursioni, per portare con sé in giro per la nave un libro e tutto quello che può rendere una pausa fuori dalla cabina ancora più piacevole.

Pronti per giocare a Love Boat?

 

 

November 24, 2016 by Vania Saponaro